Arte e musica

Tesori d’Italia

Dai mosaici normanni a Giotto, da Federico II alla mostra romana su Raffaello… Un viaggio in cinque tappe attraversando il paese più bello del mondo

9 pallini blu come logo della libreria

Corso di storia dell'arte

videocamera blu con piedistallo

Videolezioni in diretta o scaricabili

campanella blu

Ogni domenica, dal 31 maggio

orologio blu

Alle 17:00

Dipinto come locandina del corso
razzo blu
Dal 31 maggio
videocamera blu con piedistallo
Videolezioni in diretta / scaricabili
elementi impilati blu
5 lezioni
4 quadrati blu
90 €
100 € senza tessera

Docenti

Fabio Bossetto
Valeria Pensini
William Dello Russo

Il corso

Lezione 1: Norcia e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Conversazione tra natura, storia, arte e leggende

Una terra incantata distribuita fra Umbria e Marche testimonia come l’uomo sia riuscito a “domare” regioni ostili e selvagge per renderle luoghi di fascino in cui perdersi fra natura, storia, arte e leggende, nonostante le ferite tutt’oggi non rimarginate dei terremoti del 2016. Il comune di Visso, il santuario rinascimentale di Macereto, Norcia, patria di San Benedetto, patrono d’Europa, il mitico altopiano di Castelluccio con la sua fioritura, il lago di Pilato e la Sibilla…

Lezione 2: Quando lo splendore si affaccia dal cielo. Mosaici bizantini di Palermo

I palazzi e le chiese medievali di Palermo fondono armonicamente melodie di differente origine: dall’architettura normanna all’arte bizantina del mosaico, fino al gusto decorativo di ascendenza araba, con esiti di una bellezza che toglie il fiato. Palazzo dei Normanni con gli appartamenti mosaicati per re Ruggero II e la Cappella Palatina, lo splendore della Martorana e di Monreale, ma anche il capitolo fondamentale del grande mosaico di Cefalù.

Lezione 3: Castel del Monte e l’architettura federiciana

Federico II gioca un ruolo chiave nella definizione dell’immagine della Puglia. È allora che nasce il tipico paesaggio fatto di campi coltivati a grano estesi a perdita d’occhio, punteggiato di castelli che definiscono una linea strategica da Lucera a Bari, Brindisi e Barletta. Il più prestigioso, l’ottagonale e scenografico Castel del Monte, cristallino e inafferrabile, ha stimolato la critica alle più diverse interpretazioni.

Lezione 4: Cappella degli Scrovegni

1303: il mistero avvolge le circostanze dell’arrivo di Giotto a Padova. Eppure è qui che egli mostra la piena maturità del proprio linguaggio dopo le sperimentazioni di Assisi e prima del fecondo rientro a Firenze. Dalle scene dei Vangeli apocrifi al Giudizio finale, dagli angeli che si stracciano le vesti alle prime lacrime dipinte della storia, dai “panni sporchi” della famiglia Scrovegni agli “effetti speciali” che animavano la cappella!

Lezione 5: Raffaello, 1520-1483: il pittore che fece ingelosire la natura. Viaggio attraverso la grande mostra evento

Un destino segnato fin dal primo giorno: figlio di pittore, cresciuto ad Urbino presso una corte illuminata, dotato di talento naturale e apprendista di Perugino… Le Marche e l’Umbria, poi Siena e soprattutto Firenze. Quindi la chiamata di Giulio II a Roma, le Stanze Vaticane, la nomina a soprintendente alle antichità e un Leone X che amava fermarsi a chiacchierare con lui. Una vita di successo, la cui morte prematura ha solo contribuito a creare il mito.