Il nostro territorio

Passeggiando lungo le mura di Padova

Dall’antica reggia alla torre della Catena, tra scorci nascosti e… degustazioni di vino!

segnaposto mappa rosso

Padova

Campanella rossa

22 maggio 2021

orologio rosso quadro vuoto

Alle 15:30

Mezzo cerchio sinistro rosso

pomeriggio

45 euro

47 euro senza tessera

Con:

Valeria Pensini

Cosa vedremo…

Dalla piazza simbolo dell’affermarsi della signoria fino al cuore dell’antica “reggia”, la città nella città voluta dai Carraresi, di cui sopravvivono un’intera ala porticata e tracce del corridoio coperto per la fuga dei signori di Padova verso le mura e il castello. E saranno proprio le antiche mura trecentesche, affacciate su Riviera Paleocapa, che costeggeremo dopo aver attraversato il quartiere destinato alle abitazioni dei canonici della cattedrale. I poetici scorci del ponte di San Giovanni delle Navi e di Sant’Agostino, richiameranno antiche memorie architettoniche, come nel caso dalla perduta chiesa gotica dei domenicani, che fu la più grande a Padova dopo la basilica del Santo. Ci soffermeremo davanti al castello voluto da Francesco il Vecchio, eretto su precedenti fortificazioni, e concluderemo con una vera perla, fino ad oggi ignota anche ai padovani più informati: la Torre del Soccorso, documentata già dal Trecento, poi inglobata nella cinta muraria rinascimentale e nota anche come torre della Saracinesca o del Diavolo. Entreremo nel giardino in cui la torre è immersa, davvero inaspettato e sorprendente, con tratti di mura e un bastione cinquecentesco, luogo adatto per un calice di vino con uno dei prodotti della Cantina Massimago.

Concluderemo la visita con una degustazione guidata da un esperto di tre vini Massimago BIO.

Ritrovo: davanti alla torre dell’Orologio.