Letteratura

Grandezza e attualità di Dante a 700 anni dalla sua morte

9 pallini blu come logo della libreria

Corso di letteratura

videocamera blu con piedistallo

Lezioni in aula / online

campanella blu

Ogni mercoledì, dal 7 ottobre

orologio blu

Alle 16:45

Dante, Divina Commedia
razzo blu
Dal 7 ottobre
videocamera blu con piedistallo
Lezioni in aula / online
elementi impilati blu
annuale (30 lezioni)

Prezzi e iscrizione

In presenza

210

On-line

195

Un quadrato su 4 blu
Sconto Tessera Fedeltà 10€ per persona

Docenti

Marco Cavalli

Il corso

Dante è stato e rimane il padre-patriarca della lingua e della letteratura italiane. Come tutti i padri, ha avuto rapporti conflittuali, tortuosi, problematici, con la sua progenie. Di volta in volta incensato, rimosso, messo in croce e sull’altare, Dante ha ricevuto più attenzioni di tutti gli scrittori italiani venuti dopo di lui, e di molti tra quelli attualmente in circolazione. E tuttavia, la domanda “Chi era Dante?” è ancora senza risposta, pur avendone suscitate un coro.
Se, come scrive Guido Ceronetti, “è grande saper non saper chi è Dante, intravederlo appena”, è altrettanto vero che i settecento anni dalla morte offrono un’occasione imperdibile per riavvicinare l’autore della Commedia da una prospettiva inedita e rigorosamente antiscolastica. Occuparsi oggi di Dante e della sua opera significa spaziare con lo sguardo sull’intera tradizione letteraria europea, vagliare che cosa questa tradizione ha assimilato di Dante, quanto se ne sia discostata e quanto lo abbia preso a esempio.
Il nuovo corso di Marco Cavalli non è solo, dunque, un’approfondita monografia dantesca, ma una crociera lunga sette secoli di letteratura sulla “piccioletta barca” della poesia di Dante, alla ricerca delle origini della cultura non solo letteraria dell’Occidente. Per ritornare infine, come dice Dante, “là dov’io son”.

Nel caso di un mutamento dell’attuale situazione sanitaria, il corso in aula sarà comunque garantito in modalità online.