Filosofia

Kant 300: vita, morte e miracoli di un maledetto genio

9 pallini blu come logo della libreria

Corso di filosofia

campanella blu

Ogni mercoledì, dall'8 maggio 2024

orologio blu

Alle 16:30

razzo blu
Dall'8 maggio 2024
elementi impilati blu
3 lezioni

Prezzi e iscrizione

Senza tessera

65

Con tessera

60

Un quadrato su 4 blu
Sconto Tessera Fedeltà 5€ per persona

Docenti

Martino Dalla Valle

Il corso

Quando si parla dei più influenti pensatori della storia è il primo nome che viene in mente, se si eccettuano i soliti dioscuri dell’antichità, Platone e Aristotele; ma dell’età moderna è lui il principe, l’autorità indiscussa: Immanuel Kant, il Copernico della filosofia. Uomo solitario e metodico, pare che i suoi concittadini regolassero gli orologi al suo passaggio sotto la torre di Königsberg per la sua abituale passeggiata, Kant fu però anche galante conversatore e appassionato araldo della libertà, tanto che ancor oggi il suo celebre parrucchino fa capolino da tutti i manifesti della pace e del libero pensiero. Grazie a lui anche la Germania, e poi l’Europa intera, ha vissuto la sua rivoluzione francese: una rivoluzione spirituale prima che politica.

A 300 anni dalla nascita Kant non è mai stato così presente e combattivo come in questo tempo che preferirebbe dimenticare la sua lezione. Liberiamo perciò dalla polvere il suo motto immortale: «Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza!»

Calendario

8 maggio. “Il cielo stellato e la legge morale”

15 maggio. L’arte, il genio e la natura

22 maggio. Un filosofo contro la guerra