Arte e musica

I primitivi Fiamminghi

IN MARGINE ALLA MOSTRA DI GAND: “VAN EYCK. AN OPTICAL REVOLUTION”

9 pallini blu come logo della libreria

Corso di storia dell'arte

cloud download blu

Videolezioni nella tua casella di posta elettronica

polittico di crocifissione
cloud download blu
Videolezioni scaricabili
elementi impilati blu
5 lezioni
4 quadrati blu
90 €
100 € senza tessera

Docenti

Valeria Pensini
Fabio Bossetto
Carlo Dal Pino

Il corso

Nelle Fiandre del primo Quattrocento un’arte intimamente nuova capovolgeva l’immaginario del mondo europeo ponendosi accanto al Rinascimento italiano e dialogando intelligentemente con esso. Rogier Van Der Weyden scese per certo in Italia nel 1450, mentre il soggiorno veneziano di Hieronymus Bosch durò addirittura alcuni anni.

Al tempo in cui Alberti, Brunelleschi, Donatello e Masaccio rifondavano l’arte sui valori dell’antichità classica, dell’armonia anatomica e della coerenza prospettica, la generazione di Van Eyck gettava le basi di un naturalismo travolto dalla passione per la luce, rapito dall’indagine dei sentimenti, innamorato del dettaglio realistico e della resa tattile dei materiali. Due movimenti artistici che seppero dialogare in un’Europa ben più divisa di quella attuale e gettare le basi di un futuro immaginario comune.

Le lezioni

Lezione 1

Quando la prospettiva è il dettaglio: Jan van Eyck e la prima generazione dei pittori fiamminghi (Fabio Bossetto)

Lezione 2

Il Polittico dell’Agnello mistico. Enciclopedia sacra di un “rinascimento fiammingo” (Valeria Pensini)

Lezione 3

Una pittura intrisa di luce: da Petrus Christus a Memling e oltre (Valeria Pensini)

Lezione 4

Hieronymus Bosch: ritrattista dell’umana follia al tempo di Erasmo e a un passo dalla Riforma (Fabio Bossetto)

Lezione 5

Il Museo di Belle Arti di Bruxelles: una visita guidata dal divano di casa (Carlo Dal Pino)