Filosofia

Ci salverà la bellezza?

9 pallini blu come logo della libreria

Corso di filosofia

campanella blu

Ogni mercoledì, dal 13 ottobre 2021

orologio blu

Alle 18:00

razzo blu
Dal 13 ottobre 2021
elementi impilati blu
10 lezioni

Prezzi e iscrizione

Senza tessera

150

Con tessera

140

Un quadrato su 4 blu
Sconto Tessera Fedeltà 10€ per persona

Docenti

Martino Dalla Valle

Il corso

Arte e filosofia attraverso i secoli

«“È vero, principe, che una volta avete detto che il mondo sarà salvato dalla bellezza? Signori miei,” gridò egli improvvisamente, rivolgendosi a tutti, “il principe afferma che il mondo sarà salvato dalla bellezza! Ed io, invece, affermo che ha di questi pensieri frivoli perché è innamorato. Signori, il principe è innamorato, me ne sono convinto definitivamente non appena lo vidi entrare qui or ora. Non arrossite, principe, altrimenti mi farete pietà. Quale bellezza salverà il mondo?”». (F. Dostoevskij, L’idiota)

Tenendo sullo sfondo questo celebre passo di Dostoevskij, e senza scordarci della sua fondamentale ambiguità, nel nuovo corso di filosofia ci interrogheremo sui rapporti tra bellezza e verità, e dunque tra arte e filosofia, nella storia del pensiero occidentale.

Partiremo dal celebre “bando” platonico degli artisti (di quelli “cattivi” o di tutti?) dalla repubblica dei filosofi, e seguiremo il dipanarsi del destino della bellezza attraverso i secoli per approdare, attraverso la “morte” dell’arte profetizzata da Hegel, alla “crisi” del Novecento: che ne è della bellezza oggi, e quale bellezza potrà ancora salvarci? Ma salvarci da che cosa?

 

PROGRAMMA

  1. Arte e filosofia: un’antica “discordia”
  2. Platone e il bello nell’età classica
  3. Plotino e l’estetica neoplatonica
  4. Tommaso d’Aquino e l’estetica medievale
  5. Arte e filosofia nel Rinascimento italiano
  6. Kant e la riflessione sul gusto nell’età dei Lumi
  7. La filosofia dell’arte in Schelling e nel Romanticismo
  8. Hegel e la morte dell’arte
  9. La metafisica della musica in Schopenhauer e Nietzsche
  10. Arte e verità nel Novecento: Adorno e Heidegger